Erica Mou: “Cresciuta ascoltando De Andre'”

Erica Mou

La 21enne Erica Mou ha gia’ collezionato svariate partecipazioni a programmi televisivi (Chiambretti Night, Top of The Pops) culminate con la chiamata per il Concertone dello scorso primo maggio. E’ stata chiamata ad inaugurare (oggi) la stagione del Botanique e si prepara a lanciare il suo primo album. Ora si confessa in un’intervista al Corriere della Sera. “A casa mia si respirava tanta musica. Non che sia figlia di musicisti o cantanti. Figuriamoci: mio padre insegna matematica, mia madre lettere. Pero’ hanno sempre ascoltato Tenco, Endrigo, Battiato, De Andre’, Gucini, Dalla. I cantautori allora sono stati la mia prima idea di musica – spiega la Mou –

In Puglia (sua regione d’origine, ndr) c’e’ un bel fermento, mi piace, ma anche di Bologna sento dire molto bene, anche se non la conosco piu’ di tanto. Credo che alla base di ogni movimento sia determinante la cultura. Quando c’e’, i giovani hanno anche piĆ¹ coraggio di rischiare. Poche autrici in Italia? Forse perche’ la cantante per antonomasia e’ associata al bel canto. Un problema che gli uomini si pongono. In questi ultimi anni stiamo scoprendo la scrittura, ma attenzione: il bel canto dobbiamo continuare a coltivarlo”.

Tags: , , , ,

Advertisement

Newsletter