Giorgio Armani: “Aumento i ricavi e non vendo”

Armani

In un’intervista al Sole 24 Ore lo stilista e imprenditore Giorgio Armani coglie l’occasione per sciorinare i risultati ottenuti dalla sua azienda, numeri che del resto parlano da soli. Una crescita del 13,6% dei ricavi, a 1,804 miliardi di euro. Il margine operativo e’ stato di 281,8 milioni (+23,2%), la liquidita’ netta ammonta a 643 milioni (604 nel 2010). Gli investimenti sono stati pari a 89 milioni, con l’apertura di 100 nuovi punti vendita che portano il totale mondiale a 2.125, di cui 751 negozi di proprieta’ e ‘freestanding’ terzi.

“Archiviamo un ottimo 2011 contraddistinto da risultati molto positivi e in ulteriore migliroamento rispetto ai gia’ elevati livelli di crescita del 2010 – spiega Armani al quotidiano di Confindustria – Nel primo trimestre 2012, poi, i ricavi aumentano a doppia cifra, sia nel wholesale sia nel retail. La liquidita’ netta e’ attestata a un livello record, pari a 643 milioni, che testimonia un’invidiabile solidita’ patrimoniale e finanziaria, il tutto continuando a credere negli investimenti”.

“Continueremo il forte sviluppo nei mercati asiatici e in particolare in Cina, dove il ritorno in termini di crescita dei ricavi si e’ rivelato particolarmente significativo:  piu’ 45 per cento – prosegue lo stilista italiano – Il futuro dell’Italia, e non solo, preoccupa tutti. Il momento e’ veramente delicato. Ho fiducia nelle azioni intraprese dal governo Monti, e ancor di piu’ ho fiducia nelle capacita’ degli italiani di agire e reinventarsi”.

Tags: , , ,

Advertisement

Newsletter