Partiti  »  Politica

Legge anti-corruzione, Monti: “Il governo avrebbe voluto fare di piu”

Monti

Il manifesto dell’impotenza di un governo, che non puo’ permettersi di toccare certi interessi, e’ stato ‘presentato’ oggi da Mario Monti. Il Presidente del Consiglio, chiamato a commentare il ddl anti-corruzione partorito dal Parlamento, difende il lavoro dell’esecutivo ma lascia intedere anche ben altro. “Di resistenze dei partiti ne abbiamo superate: inizialmente non c’era grande entusiasmo per un provvedimento contro la corruzione, piu’ di recente non c’era disponibilita’ al voto di fiducia – dichiara da Bruxelles, impegnato nel vertice Ue –

Sono molto grato al ministro Severino per l’equilibrio e la forza con le quali ha condotto questo disegno molto complicato tecnicamente e politicamente. Non mi risulta che un governo precedente, anche di colore opposto a quello che ha immediatamente preceduto il nostro, avesse concepito e realizzato provvedimenti piu’ esemplari di questo nella lotta alla corruzione.

Ci sono cose e aspetti sui quali il governo avrebbe voluto andare più in la’ ulteriormente. Ma se questa cosa sara’ confermata alla Camera cosi’, lo considero un passo in avanti. Facile da criticare oggi in quanto non perfetto, ma sul quale credo che anche coloro che lo criticano non avrebbero scommesso un centesimo di vederlo tradotto in legge”.

Tags: , , , ,

Advertisement

Newsletter