Lombardia, Formigoni appeso a un filo chiamato Lega Nord

Salvini Formigoni

L’arresto dell’assessore Domenico Zambetti, accusato di voto di scambio con la ‘ndrangheta, evidenzia due fatti gia’ conclamati: la criminalita’ organizzata calabrese ha da tempo messo le mani sulla Lombardia; Roberto Formigoni e’ sempre piu’ debole, nonostante rimanga disperatamente attaccato alla poltrona.

Non bastava l’indagine a suo carico per corruzione internazionale e le inchieste della magistratura su svariati consiglieri di maggioranza. L’arresto di un componente della Giunta potrebbe convincere in maniera definitiva la Lega Nord a staccare la spina al governo del Celeste.

“Io e Maroni ā€“ ha spiegato Matteo Salvini, braccio destro del numero uno del Carroccio ā€“ incontriamo Formigoni con in tasca le dimissioni dei nostri. Lasciamo a Formigoni la scelta se fare un passo a lato o indietro, ci ragioni su stanotte, la Lega e’ determinata ad andare avanti”. Parole pronunciate al termine della riunione di stanotte.

“Ci aspettiamo quantomeno lā€™azzeramento della giunta, il dimezzamento degli eventuali nuovi assessori ed eventualmente un nuovo presidente della Giunta – ha concluso Salvini – Siamo consci del fatto che prima di aprile si andra’ a votare”.

Tags: , , , , , , ,

Advertisement

Newsletter