Lombardia, Maroni fa marcia indietro. Formigoni resta Governatore

formigoni_alfano_maroni_lombardia

Roberto Maroni conferma la fama di “mister tentenna”. Ha provato per anni a scalzare Umberto Bossi dalla guida della Lega, ma c’e’ voluto lo scandalo del tesoriere Francesco Belsito per dargli la spinta necessaria a prendersi il Carroccio. Ora le indagini che travolgono la Lombardia di Formigoni, nonostante tutto ancora in sella, sembravano avergli “apparecchiato la tavola”. Non e’ un mistero che l’ex ministro dell’Interno punta a succedere al Celeste.

Il Pdl ha pero’ fatto quadrato attorno a Formigoni. La minaccia (solo un bluff?) di far cadere anche Veneto e Piemonte, giunte guidate dal duo Pdl-Lega, in caso di sfiducia in Lombardia pare aver fatto effetto. La conferenza stampa a tre (Formigoni-Alfano-Maroni) e’ stata una commedia all’italiana. “Continuare a portare avanti le politiche eccellenti della Regione Lombardia” le parole, evidentemente fuori luogo visti gli scandali che pesano sulle casse regionali, del Celeste. “Non si manda a casa un’amministrazione che ha governato bene” ha rincarato la dose Angelino Alfano. L’unico a non rassegnarsi e’ il segretario lombardo del Carroccio, Matteo Salvini: “Si vota ad aprile. Siamo pronti a far saltare il tavolo”. E Maroni, che ne pensa?

Tags: , , , ,

Advertisement

Newsletter