Umbria, e’ guerra sulle sagre: botta e risposta tra associazioni

Umbria

In Umbria scoppia la “questione-sagre”. Confesercenti e Confcommercio la scorsa settimana hanno alzato un polverone per tutelare i ristoratori della Regione infuriati perche’ ogni anno si organizzano nella sola Umbria qualcosa come 637 eventi. Uno dei problemi secondo le associazioni e’ che solo pochissime fra queste promuovono prodotti tipici. “La nostra – aveva dichiarato Aldo Amoni, presidente di Confcommercio Umbria – non e’ una guerra contro le sagre. Noi siamo favoreli a quelle vere che dovranno essere regolamentate e sottoposte a leggi stringenti. Questo e’ solo l’inizio della contestazione. Saremo educati ma molto determinati”.

L’eccessivo numero di sagre svuota i ristoranti, soprattutto in un periodo di crisi: e’ la chiave di lettura fornita dalle due associazioni. “Molti di noi sono in apnea e di certo non e’ solo colpa di questi eventi ma in una crisi cosi’ anche questi diventano un problema – aveva rincarato la dose Romano Cardinali, presidente della Fipe-Confcommercio di Perugia – Capisco che i proventi servono anche per costruire o ricostruire spazi di socialita’ nei territori, ma in questo momento sono piu’ importanti le piccole strutture o la salvaguardia dei posti di lavoro?”.

Sagre

E’ di ieri la risposta, affidata ad un comunicato, delle Pro Loco della provincia del capoluogo umbro. “Pro Loco investono le risorse che derivano dalle manifestazioni che fanno nel territorio, per il territorio, in armonia con gli enti locali, cercando con questo di favorire le associazioni, tutte le associazioni commerciali, che in quel territorio sono presenti.

Delle sagre che annualmente si svolgono nella nostra Regione circa il 40% fanno capo alle Pro Loco il rimanente sono associazioni di vario genere che per fini propri realizzano una sagra per finanziare la propria attivita’, ed e’ questa forse la vera necessita’, la necessita’ di verificare il fine e l’utilita’ sociale, verificarne i bilanci e vedere dove e come sono spesi i soldi che quella o quest’altra manifestazione ha prodotto”.

Tags: , , , , ,

Advertisement

Newsletter